lunedì 1 maggio 2017

Primo o-maggio©



Di Mary Blindflowers© 

Lux, pastello su carta, Mary Blindflowers©


Primo o-maggiorubino che esce

dentro rosappassita

trita di vento molesto

dipinta nell'arresto del sole,

ahi Tubalcain che fabbrichi fole

di ferro forgiato dentro cui disponi

l'omologato che cresce,

la massa ha un tutore,

la pecora il cane,

il minion un padrone che mesce,

cosa sarebbe se no?

Festa dei lavoratori

dove non si lavora

senza una tessera, un cerchio,

una pedata e un rosario,

in compenso si trama a ogni ora.

Predica il Papa nel confortario.

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page


1 commento:

  1. Urticantemente la poetessa fotografa il crollo di quegli ideali di puro combattentismo sradicati e spoliatori di una pseudo-festa di lavoratori oramai inferiori al numero dei disoccupati, masse triturate in una simbolistica floreale oramai demodé che i masso-carpentieri di gelliana matrice hanno oramai cloroformizzato annichilendone originalità, orgoglio e senso d’appartenenza; riecheggiano sarcasticamente le parole dell’Internazionale socialista: “Noi non siam più nell’officina, l’entroterra , i campi e al mare la plebe curva all’opra china senza avere un ideal!”: ahinoi, i lavoratori superstiti son oramai ingrigiti, ingreggiti e vittime di una sorta di sindrome di Stoccolma nei confronti del supercattivo di turno dispensatore di veleni. Stringatissima e analiticissima al contempo la stanza finale con la teoria delle condiciones sine quibus non per il PASSI nel mondo produttivo: filiazioni, loggismi, clientele, vaticanismi a caro o a buon mercato. E dietro, l’ombra di un pontifex del nulla ammantato di un provvidenzialismo becero e sdrucito!
    E tecnicamente procede l’attitudine al distanziometro in clausola di tipo mottettiano (esce, cresce, mesce) col fenomeno “organetto” che alterna inopinate baciate clausolari (sole/fole), miste clausola/endostico (molesto/arresto), contigue (rosappassita/trita), endostico/acrostico (forgiato/omologato), virando nell’ultima stanza a più regolari alternate (lavora/ora, rosario/confortario).

    RispondiElimina

Inserisci commento