domenica 5 marzo 2017

La filosofia della pazienza©

Di Pierfranco Bruni©



Il destino non è altro che un raccontare. Sempre si racconta! A volte si racconta una vita. 

Racconto cercando di trovare una ragnatela dentro la quale interrompere il tempo. La parola e l’immaginario può interrompere il tempo? Mi vengono a trovare i sogni. Vorrei che mi facessero sempre compagnia. Invento ciò che vivo. O vivo ciò che invento? Ed è così che la donna fece un cerchio sulla sabbia.
Al centro disegnò un'aquila e con delle piccole linee fece sembrare che il vento ondeggiasse. 
Poi si inginocchiò con le mani giunte come se dovesse pregare. Si rivolse al mare. Abbassò la testa e pronunciò una sola parola: Namaste. 
Stette in silenzio come sanno fare soltanto le donne del deserto e mi guardò negli occhi. Lo sguardo aveva la profondità del mistico osservare i pensieri. 
I pensieri si osservano. Ascoltandoli senti e il sentire ha un osservare in un immaginario fatto di colori. 
I pensieri sono colori. 
Spesso mi domando quale colore dare a un pensiero. 

La donna allora mi osservò. 
Mi tese le mani e mi disse: 

"Io sono qui da sempre. Ogni notte faccio un cerchio sulla sabbia e dal rumore del mare percepisco i venti e i venti mi raccontano le vite e i destini. Tu sei arrivato fin qui perché vorresti sapere quale è stato l'ultimo pensiero di tua madre mentre la Grande Aquila accoglieva la sua anima. Vorresti sapere se in quell'attimo l'energia della sua mente ha tracciato un granello di pensiero. C'è sempre un attimo in cui il pensiero vaga e sembra inafferrabile, ma chi potrà mai conoscere questa vaghezza? A te non è dato saperlo. Conoscerlo. Ma c'è. Io lo conosco questo pensiero perché viene affidato all'immortalità e tutto ciò che viaggia nel regno dell'immortalità mi appartiene. Ora va e ritorna domani prima che sia spuntata l'alba e prima che la luna si sia depositata nell'aurora. Mi troverai ancora a recitare la preghiera della pellegrina nel Cristo della Verità e nel mio Viaggio che cerca la Illuminazione".

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page


Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento