giovedì 9 marzo 2017

I primi titoli de Il Seme bianco, partner Castelvecchi, e il contratto?©


Riporto testualmente le parole di Michele Caccamo in conferenza stampa con il commento di chi lo ha intervistato:

"Il mondo dell’editoria migliora grazie a un’intuizione semplice, a quella che viene definita un’idea veloce da cogliere al volo.

Michele Caccamo, oggi a Roma in conferenza stampa presso la sede di Via Gianicolense, ha dichiarato: L’idea, su cui si basa il progetto, è davvero innovativa e singolare, in una parola: rivoluzionaria. Gli autori non dovranno sostenere costi di pubblicazione e deterranno i diritti sulle proprie opere: saranno quindi liberi di svincolarsi dal progetto. Oltre questo, attraverso la registrazione sul portale di Patamu, nostro riferimento, verrà data la possibilità di tutelare la propria opera e i diritti conseguenti. Il partner principale è la Casa Editrice Castelvecchi, con l’intervento diretto del Direttore Editoriale Pietro D’Amore: con Castelvecchi abbiamo elaborato un percorso di valorizzazione degli autori, e utilizzeremo al massimo i canali di distribuzione nelle librerie. 
Michele Caccamo assume il ruolo di Editore mentre la Direzione Editoriale è affidata a Luisella Pescatori. Pietro D’Amore partecipa in qualità di Direttore Editoriale Castelvecchi. In redazione un gruppo di collaboratori di grande spessore professionale: Isabella Corrado, ha il ruolo di Editor e Capo redazionale. Mariella Papa è responsabile sviluppo progetti grafici. Franco Vicari uno dei massimi esperti delle idee digitalizzate, ideatore del sito, si occupa dei programmi gestionali riservati agli autori. All’avv. Domenico Monteleone viene riservata la consulenza legale.

Michele Caccamo ha poi sottolineato, nel suo intervento di presentazione: Cercavo l’intuizione perfetta per risvegliare il mercato editoriale dal torpore che lo anestetizza da anni. Ho capito che bisognava sviluppare un progetto inedito e fortemente orientato alla tutela del lavoro dell’autore. Così è nato Il Seme Bianco, che amo definire la Casa Editrice trasparente.

Il Seme bianco fa immediatamente ingresso nel mercato del libro.

Oggi sono stati annunciati, ufficialmente, i primi titoli che verranno pubblicati. E troviamo, per iniziare, tre grandi firme della letteratura italiana contemporanea: Andrea Carraro con L’erba cattiva, Francesca Mazzucato con 24 ore e Franz Krauspenhaar con Un affresco in nero. Poi: Domenico Monteleone con Scaglie di cioccolata fondente; Stefano Iucci con Tutto all’improvviso è immobile; Leopoldo Carlesimo con La diga di Kariba; Giovanna Mulas, con Caronte; Augusto Benemeglio con Amori molesti; Domenico Garofalo con Caffè schiumato; Marta Lamalfa con Eureka!; Antonella Lucchini con Il femminino e la sua voce; Maria Antonietta Pinna (Mary Blindflowers) con La stella nera di Mu; Matteo Gentile con Fuga dal deserto; Emiliano Ventura con Pasolini Poeta in civile; Luca Navarra con Una visita davvero sorprendente e altri racconti. Tutte opere di grande spessore letterario. Michele Caccamo ha anche annunciato che nelle successive pubblicazioni ci saranno due testi rivelatori di noti fatti di cronaca che scuoteranno le coscienze e metteranno luce sulle relative vicende.

Tutte le opere edite da Il Seme Bianco verranno distribuite nelle librerie italiane da Messaggerie Libri, e on line su Amazon e Ibs".

Troverete l'intervista qui: 


Da notare che Caccamo pubblicizza in mio libro La stella nera di Mu senza che la sottoscritta abbia ancora visionato e firmato un contratto che a tutt'oggi non ho ancora visto.

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page


Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento