lunedì 23 gennaio 2017

Universo vaccabum©

Di Mary Blindflowers©

Donna che sbuccia cipolle, pastello su carta, Mary Blindflowers©


Cominza...1


Universo staccabum!

Da inumane e salde idiosincrasie

ho scritto assurdofutili, puerili

e soprattutto inutili poesie,

sfilza nel pilotato tempo bilocato,

lo sfratto dalle solitudini globali

evocamiele, sale che allontana stracci di reti

all'abitudinario,

bum...

non è mio compito

camminare a piedi nudi e freddi

sopra un' ipotesi fallace di binario bacianotte.

Sconti di pena premono al reziario

su navi destinate

all'oscuro destino di un coro

proletario.

Lunari, le scimmie

s'affollano alle tibie

di morti nati per un incidente

di percorso solo.

Si affollano la sera,

bum, bum, bum,

al casobrolo dei desideri illividiti,

prodighi di madrigali, miti spenti,

reti, fari mai sopiti, spari senz'arma

a doppio, triplokarma,




bene meda...2




ardente nel sommo freddo

che arde l'universo preda vaccabum...




L'ischio chi fisti macca...3




Ma tutto cede, muore senza morire e poi

si stacca...



1Inizia.
2Molto bene.
3Lo sapevo che eri matta.

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page


Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento