domenica 11 dicembre 2016

Gentiloni©

Di Mary Blindflowers©

Leviatano, pastello su carta, Mary Blindflowers©


La grossa gentilezza al plurale

del vecchio non votato,

scoppi doppi di tecnopolitica...

Signori e signore,

eco eco il patinolucidato!

Avanzava giusto quello...

sì, Sì, avanzava, Avanzava... allora

mitica sfera di nobili influenze

colora congruenzostello d'opinioni,

ni ni ni

fine delle consultazioni e delle pieghe,

esecutivo sbloccato,

popò-lo bello beffato,

preparate Preparate

le cadreghe,

rimestaggio, rimestaggio,

popò politica del faggio...

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page


1 commento:

  1. Sintesi sperimentale di neologismi ammiccanti ai concetti oramai imperanti in una Repubblica devastata da vecchiume, riciclaggio di partitismo sporco, albergume di opportunismo e santificazione del rigurgito fascistizzante dell'equivalenza POLITICA= COSA SPORCA. In tale ottica l'ambiguitas POPÒ-LO reiteratamente ricercata fotografa la vittima sacrificale oramai distrutta in questo gioco farisaicissimo. E le rime finali in -aggio, suffisso altamente spregiativo, ben si sposano con la clausola del faggio a contornare in una sorta di ring-komposition l'immagine ingressiva della soliditá vecchia e immutabile. La metafora sul cognome del protagonista si colora di una ulteriore potenziale allusivitá farisaica e sincretica se si pensa al termine GENTILE paolinamente abusato.

    RispondiElimina

Inserisci commento