martedì 13 dicembre 2016

3 Generation©

Di Chiara Bezzo©



Titolo: 3 Generations – Una famiglia quasi perfetta 
(titolo originale: About Ray)

Genere:
 drammatico

Sceneggiatura:
 Nikole Beckwith, Gaby Dellal
Regia: Gaby Dellal
Cast: Naomi Watts, Elle Fanning, Susan Sarandon, Linda Emon, Tate Donovan, Sam Trammell


Valutazione ******

Sceneggiatura: *****

Parlo di un film che prima di uscire nelle sale è rimasto in stand-by un anno subendo il cambiamento di titolo da About Ray a 3 Generation, (titolo azzeccato secondo me, poiché coinvolge psicologicamente tutti i protagonisti). 
Il film si basa sul dramma psicologico che una famiglia atipica americana vive a causa di Ramona, (una ragazza di 16 anni) che da sempre è intrappolata in un corpo femminile pur sentendosi un maschio e decide di intraprendere una cura ormonale per cambiare sesso.
La casa in cui vivono si trova a New York situata nell'East Village. La nonna (lesbica) e la sua compagna risiedono al piano basso, in un appartamento elegante e ricco di tracce artistiche importanti, nel piano alto abitano la mamma e la figlia e vi regna il caos tipico di chi è sempre in procinto di lasciare l'appartamento. 
Ramona decide di diventare Ray e, nonostante la madre sia d'accordo, la nonna pur essendo lesbica e avendo lottato in passato contro la discriminazione sessuale, non approva che la nipote intraprenda la terapia ormonale per timore che possa cambiare idea in futuro. 
La pellicola si basa totalmente sui problemi psicologici e materiali che coinvolgono Ray riversandosi sulla famiglia. Ruolo meno importante assumono i due uomini della vicenda che, non sono stati presenti nella vita di Ray fino ad allora, ma di cui è necessaria l'autorizzazione perché la ragazza possa iniziare la terapia farmacologica.
Molto buona l'interpretazione di Elle Fanning ricca di pathos e coinvolgente.
Susan Sarandon convincente e ben strutturata nella parte.
Molto brava anche Elle Fanning (la madre di Ray)
Ritengo che sia un buon film.
Ne consiglio la visione.



Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page


Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento