lunedì 17 ottobre 2016

Nota a Utensili sparsi©


Di Pierfranco Bruni©



Ho letto con molta attenzione il libro Utensili sparsi, note annegate di Mary Blindflowers e Fremmy.
È un camminare incisivo la cui poesia è abbastanza emblematica nella sua incalzante ricerca di un linguaggio costantemente innovativo. Un viaggio nella parole e nel linguaggio degli "oggetti" che diventano la nostra esperienza e il nostro esistere. Mi piace molto la struttura del verso e l'immaginario che si crea e rimanda ad ulteriori metafore. Un libro veramente nuovo che apre prospettive ad una progettualità stilistica che è la rivoluzione della parola.


Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page


Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento