martedì 9 agosto 2016

D'amare carni (da controesercizi d'idillio)©

Di Mary Blindflowers©





Fiori recisi,

come macabri invisi organi sessuali esposti,

contenitori di riposti mezzi

seduttivi.

Eppure siamo vivi

e ci serviamo di pezzi di cadavere

per fingere d'amare carni destinate

al decomporsi,

così

tutto ha un senso di macabro abbandono,

come un dono mai aperto

lasciato sul tavolo

ad aspettare che qualcuno

o qualche cosa

ne venga a frantumare

l'involucro di posa.

Vita è una strana

panoplia a una nota sola

che si da arie sempiterne

d'armonia.



Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page


Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento