martedì 12 luglio 2016

Il polpo in testa©

Mary Blindflowers, Franco Piri Focardi©

Il critico, Mary Blindflowers©



La signora danza

con un polpo in testa,

è la regina della festa.


Ma chi è?


Fa parte dei certificatori!

Le ho detto che venivi

e che scrivi.


Oh...


Critici,

li hai visti?

Laggiù, molto lontano.


Perché parli piano?


Così,

di solito tutti parlano piano

quando si cita

la regina del polpo,

tutti hanno un colpo

al cuore.


Ma quel cappellino è un orrore!

Qualcuno dovrebbe dirglielo.


Gliel'ha disegnato un famoso stilista,

polpo e tutto.


Brutto, brutto!


Concetti superati, lo sai.

Il polpo la aiuta a pontificare

il miraggio del mentale

avvantaggiato sull'abnorme

provocando

e segnando

cortocircuiti

dagli elementi ripresi nel substrato...


Affiorato nell'accordo degli isti,

sì, sì,

ho presente...


Andiamo allora.


Dove?


Non vuoi che ti presenti?



Oggi sarò assente.


Che dico adesso?


Tu menti,

inventati qualcosa,

tanto qui lo fanno continuamente

e spacciano il niente per tutto.

Lo sai tu?


Cosa?


Che il mondo è come quel polpo,

brutto.



Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page


Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento