martedì 26 luglio 2016

Appello ai poeti©

Un pensiero dI Andreas Finottis©



Foto di Mary Blindflowers©



Poeti
invece di inventarci sempre nuove poesie
inventiamoci metodi per fare i soldi.
Le poesie non smuovono nessuno,
i soldi smuovono tutto.
E anche
la maggioranza della gente
più delle parole di un poeta
ascolta le parole di un ricco.

Poi magari un poeta
se non è un fasullo, ce ne sono,
avrà una sensibilità diversa
nell'indirizzare l'economia
avendo in mano lui i soldi,
potrebbe evitare di finanziare
lo sfruttamento dei lavoratori
la distruzione dell'ambiente
le torture sugli animali
che i comuni speculatori fanno
interessati
solo dall'avere maggiori profitti.

Al posto di scrivere
una poesia
per combattere i problemi
e che non cambierà niente
potrebbe risolvere qualcosa
detenendo un potere economico.

La poesia vera
è togliere i soldi
agli imbecilli.



Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page


Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento