venerdì 22 aprile 2016

Tagliare il sole, spegnere la luna©

Di Gabriel Lure©

Foto di Mary Blindflowers, dai giardini di W-S. Churcill


Non
per Silvia né per le mie prigioni
Cristo s'è fermato ad Eboli
era per le sue opinioni,
quel che serve è
un orizzonte migliore
un pentagramma storto
per nuove emozioni,
tagliare il sole
spegnere la luna
quel che serve non conta
quanto la fortuna,
bisogna liberare gli aquiloni
per lasciarli volare
un granaggio di distorsioni
il mio vecchio maggio
privo di tentazioni
il verso liquido
il verso placido
mentre scioglievo
in bocca un acido
batterie e datteri
olii essenziali
ipocrisie ereditate
come posti in banca
da trovare,
una rapina stanca
una rapina appaga i debiti,
sono soltanto un altro mutuo
sulla casa
ora che s'è stravolto
il senso di ogni cosa
non capisco perché
ogni volta che ti bacio
sento il sapore d'una rosa



Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page


Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento