venerdì 11 marzo 2016

Futurismo e passatismo oggi. Roby Guerra contro la casta culturale ferrarese©

Di Roberto Guerra©

Complicati rapporti dei futuristi con i media… Già Marinetti  fu oggetto di gossip ante litteram a suo tempo, quando, dopo avere proclamato l’abolizione della pastasciutta (rea di ingrassare gli italiani e di appesantirne il pensiero) fu scoperto ad abbuffarsi con un piatto gigante di spaghetti!   Qua a Ferrara, poi, dal 1984, anno della prima intervista al sottoscritto sul Resto del Carlino, praticamente dobbiamo sempre spiegare le solite cose, nonostante il divenire storico e la pubblicistica editoriale che da un pezzo dimostrano o almeno segnalano dialetticamente dinamiche assai più complesse sulla famosa questione futurismo-fascismo, con noi stessi e diversi altri  in primo piano, piaccia o meno, con libri personali o colletanei (ma come curatore anche) che hanno più volte confutato tale pseudo-storia, evidenziando oltre a certa innegabile anche vicinanza e quindi errori gravi, la natura tuttavia assai più complessa del futurismo, più rivoluzionario che reazionario, piaccia o meno. Vengo al nocciolo atomico della questione ora: nel 2009 curai in prima persona (anche supportato da altri) un centenario del futurismo a Ferrara, di cui pochi ancora sanno, nonostante sia stato segnalato persino sulla Rai nazionale  ne Il Futuro del Futurismo, serata del 19 2 2009, vigilia della celebrazione, 20 2 2009.  Su certa stampa ferrarese cartacea, filo-sinistra omessi il 20/2 in un pur almeno articoletto, i nomi dei curatori dell’evento, incluso il sottoscritto! E relegata in due righe il giorno dopo, dopo nostre proteste, la segnalazione sulla RAI.  Negli archivi del Comune di Ferrara, probabilmente neppure vi è traccia, pure quell’evento figurò accanto ai 5 0 6 più importanti nazionali – costati anche migliaia di Euro.. per il centenario del futurismo, così lo segnalò la RAI!  (Con il Comune di Ferrara ben segnalato, in quanto il patrocinio l’aveva anche concesso.. evento da noi realizzato a costo zero!).
La pistola fumante, comunque è recente: risale all’inverno scorso; in quanto futurista contemporaneo ideai  un libro dedicato all’anniversario di un noto poeta futurista (così figura persino su wikipedia) del ferrarese…  Coinvolgendo anche diversi noti scrittori ferraresi (almeno a Ferrara, ma qualcuno non solo); un omaggio e mi pareva anche meritocratico.  All’improvviso, dopo una serie di azioni da minculpop di noti nomi di certa casta letteraria e anche culturale (persino giornalistica, forse anche direttamente istituzionale viste certe prossimità di alcuni dei protagonisti in tal senso) di Ferrara, per quieto vivere con certa sinergia editoriale dove lavoravo come blogger (editor del tutto innocente sulla questione…)  ho dovuto rinunciare. Non svelo le reali motivazioni, pretestuose di cui sono stato informato, perché anche i Censori meritano certo oggettivo rispetto culturale e meritocratico, noi siamo diversi… Ci limitiamo a dire che scoprirsi quasi come Sakarov, forse perché, ma è una spiegazione solo parziale, siamo dichiarati neofuturisti e intendevamo ricordare il poeta storico in questione soprattutto con tale metodologia, secondo poi la logica critica nazionale attuale (visto che me ne occupo e con altri a livello nazionale e di oggettivi riscontri critici) sul futurismo oggi  e i suoi artisti e scrittori appunto storici dell’era marinettiana, è  ridicolo! Ed è  analfabeta storico ciberculturale leggere ancora il futurismo fascisteggiante come gira e rigira qua a Ferrara ancora si vaneggia… in certo ambiente….  Eravamo, siamo e saremo sempre solo Gatti o Ghepardi o anche Velociraptor sciolti o in corsa.. non siamo né Marinetti né chissà quale genio letterario: un solo punto rivendichiamo, alla luce del minculpop che segnaliamo almeno virtualmente: noi siamo liberi, cifra di Parola, che credetemi, almeno memorizzate una X, a Ferrara in certa casta culturale è semplicemente avariata…

(blog ufficiale  Asino Rosso 3.0  Ferrara,  htpp://asinorossoferrara.blogspot.com)


Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page


Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento