giovedì 25 febbraio 2016

Un mare opaco©


Di Gabriel Lure©

Foto M.B.

Un mare opaco 

sembra di cristallo
oltre i cipressi,
marmo pallido
accarezzo fiori
di cui sconosco
i nomi e passeggio
tra mille croci e volti 
che m'osservano,
aspetto che il
cielo mi piova addosso. 

Questi funerei sentieri
sono l'ombra 
che indosso.

Non confondete 
il mio cuore 
col pallore delle ossa, 
ancora pulsa
e da la scossa.

Non venire a mietere
ciò che resta
del mio sorriso
ancora incerto.

Devo guadagnarmi
la luce del
paradiso

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page


Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento