sabato 8 novembre 2014

Se son rose fioriranno...

Di Mary Blindflowers




Curiosando su FB ho per caso notato l'inserzione di una nuova casa editrice. 
Leggo: Rogas sta nascendo, inviate i vostri manoscritti: romanzo/raccolta di racconti all'indirizzo mail rogasedizioni@gmail.com. 
Confesso di aver pensato prosaicamente: "vabbé saranno i soliti che chiedono soldi per pubblicare e intanto ti invogliano a mandare...". Siccome però l'esercizio del dubbio è l'unica cosa che rimane a chi ancora pensa senza preconcetti, ritorno metaforicamente sui miei passi avventati e sprofondo nella curiosità, mater scientiae. Domando subito al volo, secca e rapida, se chiedono contributi per la pubblicazione e se pubblicano cartaceo. Rispondono rapidamente in modo per me soddisfacente ed esaustivo: non chiedono contributi e pubblicano libri di carta.

Ottimo. Rispolvero dal cassetto polveroso della memoria mai estinta, dei racconti scritti secoli fa, per celia, come prime prove di scrittura creativa ancora un po' incerta e farraginosa, giusto per capire meglio... 
Rimango favorevolmente colpita dal fatto che hanno letto velocemente e in modo professionale quanto da me inviato, nonostante non avessi la presentazione di qualcuno. Si sa che in Italia, infatti anche editori grandi quanto una mosca, ti leggono solo se ti manda Picone... Rogas legge senza raccomandazione. Comincia a piacermi. E mi garba anche il fatto che non hanno detto sì o no, ma hanno valutato pregi e difetti dell'elaborato in modo puntuale e preciso, creando un dialogo con l'autore, come dovrebbe fare una casa editrice che si rispetti e a cui preme pubblicare autori di qualità. 
Le premesse sembrano buone. Che dire allora? In bocca al lupo alla neonata casa editrice (che aprirà i battenti a gennaio). Se son rose fioriranno, chi vivrà vedrà.  
In un Paese in cui la cultura guarda bilocatamente sé stessa in agonia, non possiamo che augurarci che tra tante sterpaglie, nasca qualcosa di buono, ogni tanto...

Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page

Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento