giovedì 23 ottobre 2014

La setta Wikipedia, enciclopedia casta

Di Roby Guerra



Wikipedia Italia… conoscenza dal web o setta 1.0? Che scriverebbe Marinetti nel 2014 nell'era di Internet, magari su Wikipedia Italia, la discussa enciclopedia online (almeno nel Bel Paese)?). E nell'era stessa della tecnoscienze e certe prospettive transumaniste cosiddette estreme? Forse un clone Marinetti come un geniale Brian Eno (Marinetti non il sottoscritto) sparerebbe a Zero. Altro che enciclopedia libera: un sedicente ANONIMO esperto ha recentemente mutilato la sezione neofuturismo contemporaneo in Futurismo (dopo oltre 1 anno)  secondo lui non enciclopedica (nonostante siano stati segnalati futuristi viventi attuali curatori di Centenari del Futurismo 2009 e  comvegni Universitari sul nuovo futurismo  segnalati sulla Rai, non ultimo protagonisti in convegni internazionali futuribili e definiti "The Italian Futurism" segnalati persino nel sito blog di un certo Raymond Kurzweil, collaboratore della Nasa e di Google; non ultimo in convegni Gramsciani! e con rilevanti pubblicistiche editoriali.... Ecco che cosa scriverebbe Marinetti!
Chiunque abbia avuto a che fare in certe discussioni con i fantomatici utenti e–o amministratori di Wikipedia Italia, l’enciclopedia online fondata a livello Internazionale a suo tempo da Jimmy Wales, quale garanzia del sapere nell’era informatica, assai probabilmente resta quantomeno perplesso.
Un recente Il Venerdì di Repubblica ha segnalato neppure clamorosamente almeno certa aleatorietà di Wikipedia, ma periodicamente e sempre piu spesso le critiche di autorevoli giornalisti o intellettuali si sprecano. In effetti, basta una pagina a caso, Voci spesso attendibili, a volte discutibili, sempre – piaccia o meno – la sensazione percepita ci sembra tale, incompiute, riduzionistiche. Se poi, come accennato, con la massima dialettica conoscitiva sia ben chiaro, si naviga in certe casi – suggeriti dai wikipediani stessi – relativi a voci di dubbia enciclopedicità – quando le basi stesse delle voci esitano verificabili e attendibili, ma –appunto- qualche folletto wikipediano è magicamente apparso nella Voce.., troppo spesso i copioni possono ormai, dopo un paio di decenni circa, intendersi assai prevedibili, enciclopedici essi stessi (se fosse possibile scrivere la pagina wikipediani!). Contrariamente a ogni dibattito scientifico conoscitivo, emergono, piaccia o meno, scenari e giochi linguistici più prossimi alle società segrete, da Pitagora (al di là del grandissimo filosofo matematico, ma ci pare ALTRI TEMPI, alla massoneria alle sette new age o anche meno esoteriche, roba tipo Scientology! (in certa misura certi gruppi pseudoculturali nati nel web, anche politici eclatanti in Italia…): intanto si parla con presunti referenti assolutamente fantasmatici, nick name oppure mica esperti dell’Accademia della Crusca o della Royal Society o dell’Onu e così via. Neppure è quasi comprensibile se si interagisce con esperti di quel che è in oggetto: anzi, il più delle volte, le basi conoscitive spesso segnalate e risegnalate sembrano assolutamente cosa secondaria rispetto ad una sorta di ancora misconosciuta Burocrazia Burotica uber alles propria di Wikipedia Italia (Già all'estero sembra invece diversa e meno discutibile!). Regole cosiddette spesso astruse e arbitrarie, soprattutto, di difficile decifrazione: se i manuali normali di qualsiasi attività umana fossero simili, beh persino una semplice ricarica telefonica fallirebbe, di più, il costo sostenuto finirebbe in qualche extranumero magari dalle parti di Marte.
I maligni sussurrano anche, visto che si tratta di volontari e quindi associazioni on lus facsimile, funzionanti in base a donazioni.., che Wikipedia Italia sia una mera e oscura copertura… In Italia si sa potrebbe essera anche possibile. Va da sé, la nostra impressione resta diciamo squisitamente futuristica e tecnica: tutto nacque nell’era 1.0 del Web; furono quindi decise in certo modo determinate griglie anche soltanto tecniche per un funzionamento un minimo attendibile dell’enciclopedia…un poco come i forum pre blog 2.0... Ebbene con lo sviluppo esponenziale della Rete, è finito che queste stesse regole risultino e da tempo spesso obsolete: siamo nel Web 3.0! se sul piano concettuale – come in fondo poi fa persino la Treccani classica, enciclopedico è anche autore minore ma di rilievo (in Wikipedia Italia nulla definisce questa frontiera e pare arbitraria assieme invece a certa palese sintomatologia dei wikipediani stessi…SI AUTODEFINISCONO BUROCRATI AMMINISTRATORI!) e certamente anche il Contemporaneo se rilevante (idem in Wikipedia Italia le regole sembrano neuroni specchio anticontemporanee, ferme fissati alle già arcaiche regole delle antiche enciclopedie.. una specie di schizofrenia quindi rispetto alla Velocità attuale del mondo, dell’informazione, e figurarsi della Rete!!!). I Wikipediani sono dei Burotici quasi autistici, che subordinano le basi conoscitive essenziali per una enciclopedia alle – dicevamo- estinte Regole 1.0, diventate quasi – per banali effetti web stessi della Rete - esiste già una ampia letteratura - un (fate le ovvie proporzioni).. ..lager, un gulag, tribunali del popolo e dell’inquisizione, come poi sente qualsiasi esploratore e navigatore in buona fede in esperienze eventuali dialettiche con i sedicenti wikipediani. In ogni caso qualsivoglia enciclopedia seria del web, scientificamente attendibile, presuppone la fine di certo registro di sistema tipo società segrete e iniziatiche (come qualsivoglia etnologo può facilmente constatare, sarebbe anche un bestseller!). Vale a dire, nuove regole, molto poche e semplici, comprensibili. Amministratori e Utenti eventualmente censori… con nomi reali e mail reali per discutere alla luce del Sole. E se per dei Volontari troppo dispendioso accettare certi ritmi, allora si occupino d’altro. La Treccani la diresse anche un certo Giovanni Gentile, non fantasmi. Né regge il Volontariato come garanzia di democrazia eccetera, qua il percepito è una Enciclopedia Casta e basta, arbitraria, neppure probabilmente per occulti interessi economici ad personam, ma per webpatology forse persino neppure consapevole, peggio quindi dal punto di vista psicologico e – figurarsi- scientifico. I wikipediani italiani! assomigliano ai primordiali Pitencantropi in certo senso, ancora semisonnambuli! O ai simpatici matti delle visioni fisiognomiche di Lombroso! Solo che rompono i C spesso e a ben vedere creano – nell'era comunque di Internet - dei danni d'immagine che prima o poi potrebbe innestare spirali poco gradevoli.
Ergo chiunque ama la conoscenza e la conoscenza scientifica, sia ben chiaro anche artistica, filosofica, teologica, ecc. tra scienze “naturali” e “scienze umane ” anziché perpetrare o “tollerare” l’attuale wikipedia Italia-resti pure ma si sappia che non è conoscenza scientificamente attendibile, si parli di Einstein o del vostro brillante Professore di Estetica locale ma minore. Rilevante, semmai scienziati e uomini di cultura promuovano una Nuova Wikipedia del Web in Italia, su basi conoscitive e alla luce del Sole, con appunto referenti precisi nomi reali e metodologie non criptiche. Quella 1.0 è onanisticamente e patologicamente fobicizzata e paleotecnica: come usare ancora un GSM del 1994 nell'era degli smartphone e dei Tablet, letteralmente! TEMPO DI UNA INDAGINE PARLAMENTARE SU WIKIPEDIA ITALIA!



Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page

Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento