sabato 30 marzo 2013

Psico-Pinna, neuroni in libera uscita


Psico-Pinna
Neuroni in libera uscita
 
Maria Antonietta Pinna
 

Corsi di scrittura creativa, corsi per imparare a mettere le virgole e i punti, corsi per imparare ad usare i verbi e le parole… Giri di soldi… La creatività non può essere insegnata perché o ce l’hai o non ce l’hai. Per usare la punteggiatura in modo appropriato basterebbe leggere di più. La scrittura da manuale non è arte, è semplicemente una scrittura da manuale. I corsi sono un modo come un altro di ingraziarsi certi insegnanti editor che poi si spera ti facciano pubblicare, dopo essere entrati nelle loro grazie...

 


Il Papa ha lavato i piedi ai giovani carcerati, dopo aver steso ad asciugare i soldi dello Ior…

 


La parola niente viene costantemente vilipesa e stuprata: "non sei niente", "non rappresenti niente", "sei il niente", con sostanziale affermazione e negazione che stanno a significare la stessa cosa. Potere del niente che può essere e non essere e rimanere identico nel brutale significato transeunte...

 

 
 
I romanzi di Moccia e Coelho sono la carta bianca di Totò…

 
 

La felicità non esiste ma puoi assaggiarne un pezzo quando certe persone meravigliose te la concedono levandosi dai piedi…

 

Il bello del matrimonio è che puoi divorziare…

 


I dialoghi di certi film sono come la cacca di un passero al posto della ciliegina sulla torta…

 

L’Imbalsamatore di Matteo Garrone è un film meraviglioso e intenso, distribuito malissimo. I film dei fratelli Vanzina invece sono ben distribuiti, come merda su una fetta di pane raffermo…

 
Leggendo libri impari più cose che frequentando un corso di scrittura creativa ma non hai contatti personali con l’editor che puoi ungere per farti pubblicare. Per questo gente che fa fatica a leggere un libro al mese si iscrive ai corsi con grande entusiasmo… Il fine non giustifica i mezzi…





Puoi votare altri articoli anche in questa pagina.
Share this page

Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento