martedì 19 febbraio 2013

William McGonagall: rivincita post mortem?

 

 
 


Tay BridgeWilliam Topaz McGonagall, nato nel 1825 o 1830, morto nel 1902, è considerato il peggior letterato della storia della letteratura inglese. Da qualcuno addirittura il peggiore della storia.
Scrittore, attore e sarto, McGonagall scrisse un gran numero di componimenti poetici, tra cui la “famosa” The Tay Bridge Disaster, risalente al 1880 e che descrive la tragedia del crollo del ponte omonimo, durante una tempesta, mentre veniva attraversato da un treno.
Basterebbero, a dare un’idea di The Tay Bridge Disaster, i primi tre versi:
Beautiful railway bridge of the silv'ry Tay
Alas! I am very sorry to say
That ninety lives have been taken away
Molto eloquenti.
McGonagall compose perfino, nel 1893, una poesia in onore dell’unione in matrimonio di colui il quale sarebbe diventato Giorgio V del Regno Unito con la Principessa Mary di Teck la quale, sia detto per inciso, era stata la fidanzata del fratello di Giorgio, vale a dire Alberto Vittorio, primo in linea di successione, morto però in giovane età.
Proprio il manoscritto di questa poesia, Lines In Praise of The Royal Marriage, che appartiene al collezionista Roy Davids, sarà messo all’asta, a maggio, da Bonham’s. E si parla di tremila sterline, ossia quasi tremilacinquecento euro.
Non male, considerando questi versi celestiali:
God bless, the lovely, and sweet Princess May, Also, the Duke of York, so handsome and gay.
Long life, and happiness to them, in married life.
May they always, be prosperous and free from strife.
William Topaz McGonagall, sarto, attore e poeta disprezzato, si prende una bella rivincita.

Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci commento